Gara delle Macchinine

  1. NORME GENERALI

Il presente regolamento (edizione 2017) sostituisce e annulla tutti i precedenti regolamenti.

  1. ISCRIZIONE DEI PILOTI E DEGLI ASSISTENTI

Per pilota si intende la persona che, posta alla guida della vettura, deve spingere con la forza delle proprie gambe la vettura e dirigere la stessa durante l’arco della gara.
Per assistente si intende colui che presta assistenza ai piloti, all’interno del box della contrada di appartenenza. L’inadempimento delle norme seguenti costringe ad invalidare l’iscrizione.

2.1 Ogni squadra deve iscrivere 9 piloti per ogni gara (3 per ogni macchina regolarmente iscritta alla gara) e un massimo di 6 assistenti.
I piloti devono essere divisi nelle seguenti fasce di età:

  • 3 concorrenti nella fascia Junior dai 16 (sedici) ai 20 (venti) anni
  • 3 concorrenti nella fascia Senior dai 21 (ventuno) ai 25 (venticinque) anni;
  • 3 concorrenti Donne senza limite di età dai 16 anni in su.

Le macchine saranno composte da un concorrente per ogni fascia. Nella fascia Junior e Donne, l’età minima per partecipare alla gara è di 16 anni compiuti (al momento della gara il pilota deve aver già compiuto i 16 anni).

Per il 2017:

JUNIOR – anni 2001 (compiuti), 2000, 1999, 1998, 1997

SENIOR – anni 1996, 1995, 1994, 1993, 1992

2.1.1 Possono partecipare alla gara solo persone residenti nella Città di Meda. Farà fede il documento d’identità presentato insieme all’iscrizione dei piloti. (allegare una copia del documento)

2.1.2 L’iscrizione dei piloti e degli assistenti deve essere effettuata la sera precedente alla gara entro le 23.00 consegnando i moduli al responsabile dei giudici dei giochi presso il palco dei giochi in oratorio. Insieme ai moduli va comunicato al direttore di gara, il posizionamento delle macchine sulla griglia di partenza (esempio: macchina A sulla griglia in posizione 1, macchina B sulla griglia in posizione 5, macchina C sulla griglia in posizione 9).
Ogni squadra deve presentare l’elenco di tutti i piloti e degli assistenti  con il relativo modulo d’iscrizione (allegato 1 e 2); per i piloti il modulo deve essere corredato dal documento d’identità, in corso di validità, in cui si attesta la residenza a Meda, unico titolo per partecipare alla gara.

2.1.3 L’iscrizione dei piloti e degli assistenti deve essere fatta tramite presentazione del modulo d’iscrizione (allegato 1), firmato dai genitori per i minorenni, dove viene indicato il numero della macchina su cui il pilota corre e il suo numero identificativo. All’iscrizione va allegata un’autocertificazione del buon stato di salute oppure,se in già in possesso, il certificato medico sportivo già in possesso per altre attività che il pilota già intraprende.

2.1.4 Il pilota in macchina è obbligato a portare un casco (tipo mountain bike oppure jet oppure integrale). Nel caso un pilota non rispettasse questo obbligo viene fermato immediatamente dai giudici di gara e squalificata la macchinina con l’assegnazione di punti zero nella classifica interna della gara. Il pilota è inoltre obbligato a conoscere il presente regolamento.

2.1.5. E’ fatto divieto assoluto da parte dei piloti l’assunzione di sostanze o integratori capaci di alterare le normali prestazioni fisiche degli stessi. Qualora fosse dimostrato, al di fuori di ogni ragionevole dubbio, che un pilota trasgredisse quanto sopra, lo stesso verrà immediatamente squalificato e squalificata la macchinina con l’assegnazione di punti zero nella classifica interna della gara.

2.1.6 Un pilota iscritto per una qualsiasi squadra deve osservare un anno di stop prima di poter partecipare alla gara per un’altra contrada.

2.2 ISCRIZIONE DELLE VETTURE

2.2.1 Possono partecipare alla competizione 3 vetture per ciascuna contrada. Sulle stesse sono concesse interventi di modifica e miglioramento purchè non vadano ad alterare il tipo di pedalata che deve rimanere alternata e la struttura interna del telaio.

Tutte le vetture devono essere dotate di impianto frenante tale da garantire l’arresto delle stesse in uno spazio di sicurezza al fine di evitare conseguenze dannose per i piloti e per terzi.

3 – AUTORITA’ DI GARA

Sono istituite le seguenti autorità di gara sul percorso.

-Direttore di gara: è responsabile e garante del regolare svolgimento della gara, di eventuali sanzioni da applicare e stila l’ordine di arrivo.

-Giudici di gara: devono relazionare al direttore di gara, a fine competizione, le eventuali scorrettezze compiute dai piloti. Saranno posizionati, a discrezione dell’organizzazione che decide di anno in anno, nelle zone a maggior rischio (zona box e curve) Le decisioni dei giudici sono insindacabili.

-Addetti controllo cambio piloti: controllano che i cambi avvengano correttamente, secondo le modalità prescritte in questo regolamento. Devono relazionare al direttore di gara le eventuali irregolarità.

-Speaker: ha il compito di animare la manifestazione, di fare la cronaca sportiva e di comunicare le decisioni del direttore di gara, quando quest’ultimo lo richieda.

Sul percorso, a discrezione dell’organizzazione che decide di anno in anno, possono essere installate delle telecamere fisse. Le registrazioni delle telecamere hanno lo scopo di aiutare il direttore di gara a valutare eventuali ricorsi, comportamenti scorretti (volontari o meno) dei piloti,ecc….

4 – NORME AI BOXES

Per box si intende l’insieme della zona cambio piloti e della zona di attesa piloti.
L’accesso ai box avviene percorrendo la corsia d’ingresso ai boxes.

4.1 ASSEGNAZIONE DEI BOXE

Le assegnazioni dei box sono determinate in base al piazzamento ottenuto da ciascuna contrada in un gioco sorteggiato. Il criterio di assegnazione è il seguente: alla contrada prima classificata spetta il 1° Box (il primo verso l’oratorio a sinistra), alla seconda classificata il 2° Box, alla terza contrada classificata il  3° Box e all’ultima classificata il 4° e ultimo Box.

4.2 CAMBIO PILOTI

Ogni pilota dovrà effettuare il seguente numero di giri

  • Fascia 16-20 anni: 6 (sei) giri
  • Fascia 21-25 anni: 8 (otto) giri
  • Fascia Donne: 2 (due giri)

Ogni contrada gestirà autonomamente il conteggio proprio dei giri senza nessun limite di cambio tra i piloti; è fatto obbligo che ogni pilota della fascia dovrà effettuare al massimo i giri a lui assegnati.
Se il pilota effettua più giri del dovuto, verranno scalati 5 punti dalla classifica parziale del rione, per ogni giro effettuato in più dal pilota. (Per altre penalità inerenti al cambio piloti si rimanda al punto 9)

4.3 PERMANENZA E COMPORTAMENTO DI PERSONALE AI BOXES

In ciascun box possono sostare, oltre ai nove piloti, un massimo di sei persone regolarmente iscritte nella scheda di iscrizione alla gara.
Nella zona cambio piloti sono concesse spinte e arresti forzati delle vetture all’interno del box; sono concesse sostituzioni o riparazioni di parti meccaniche avariate in seguito a guasto meccanico esclusivamente all’interno della propria zona cambio piloti.
È assolutamente vietato sostare sulla corsia ingresso ai boxes. L’attraversamento della corsia di ingresso ai box deve essere effettuato considerando l’obbligo di dare la precedenza alle vetture in arrivo.
In ogni zona di attesa piloti possono sostare, in modo permanente durante lo svolgimento della gara, oltre ai piloti 6 assistenti, regolarmente iscritti nella scheda di iscrizione alla gara.
Prima dell’avvio della gara i giudici di gara controllano che nei box siano presenti SOLO le persone con diritto di permanenza (piloti e assistenti). Eventuali altre persone devono essere allontanate dai box.

I piloti devono essere identificati dal numero assegnatoli che andrà posizionato sulla parte anteriore e sul lato destro del casco (fondo bianco con numero nero di un’altezza di almeno 10 cm.)

4.4 ENTRATA E USCITA DAI BOX

L’ingresso ai box avviene esclusivamente percorrendo la corsia d’ingresso ai boxes.
Lungo questa via è vietato superare.
L’uscita dai box da parte di ogni singolo pilota deve avvenire lungo la corsia di accelerazione chiaramente evidenziata sul tracciato. La precedenza è del pilota che ha già impegnato tale corsia (questo per evitare possibili incidenti con eventuali altri piloti che si trovassero ad uscire dai box a cambio avvenuto).
I piloti che si trovano nel circuito in prossimità dei box hanno diritto di precedenza su coloro che escono dai box.

 4.5 DIVISA

Tutti coloro che si trovano ai box durante lo svolgimento della gara devono indossare la divisa del Team di appartenenza.

5 – NORME PER LO SVOLGIMENTO DELLA GARA

5.1 GRIGLIA DI PARTENZA

La griglia di partenza viene definita dal piazzamento delle singole contrade nei giochi secondo il seguente schema.

Al termine della prima giornata vengono estratti due giochi tra tutti quelli in programma (ad esclusione dei fil rouge).
Con il risultato del primo gioco si determina la disposizione dei box (vedi punto 4.1); con il secondo gioco estratto si definisce lo schieramento del terzo troncone (dal 9o al 12o posto) .
Al termine della seconda giornata viene sorteggiato un gioco la cui classifica determina lo schieramento del secondo troncone(dal 5o all’8o posto), mentre alla fine della terza giornata si estrae un gioco per definire lo schieramento del primo troncone (dal 1o al 4o posto).
In ciascun troncone, perciò, si troverà una macchina di ogni rione.
Una volta definito lo schieramento, ciascuna contrada è libera di stabilire il piazzamento delle proprie vetture e la composizione dell’equipaggio che dovrà essere comunicato al momento dell’iscrizione dei piloti (punto 2.1.3).

5.2 PARTENZA

5.2.1 La partenza, che avviene lungo la pista, viene data dopo un giro di ricognizione e rispettando la griglia stabilita dal sorteggio dei giochi.

5.2.2 In caso di gravissime scorrettezze che falsino la partenza stessa, i giudici di gara possono decidere di fermare la gara esponendo la bandiera rossa e di ripetere la partenza assegnando i punti di penalità agli eventuali responsabili delle scorrettezze da conteggiarsi poi nella classifica interna della gara.

5.3 SVOLGIMENTO DELLA GARA

La gara delle macchinine si svolge sul circuito scelto dalla commissione organizzatrice di anno in anno.

Come nelle gare automobilistiche si ricorda che la macchina davanti ha la precedenza sulla scelta della traiettoria. La macchina che non rispetta tale principio è passibile di penalità. (Vedi punto 9.1.3). Quanto detto sopra non vale nel caso in cui la macchina davanti sia palesemente più lenta della macchina che si trova dietro. In tal caso la macchina davanti deve lasciare strada alla vettura più veloce.

5.4 DURATA DELLA GARA

La gara viene svolta all’interno di un circuito cittadino scelto di anno in anno. La lunghezza di ogni giro del circuito deve essere compreso tra i 500 e i 1200 m. La gara si considera conclusa al termine del sedicesimo giro.

5.5 TERMINE DELLA GARA

La gara ha termine con l’esposizione della bandiera a scacchi al primo in classifica alla fine dell’ultimo giro. Per gli altri concorrenti la gara ha termine dopo il completamento del giro che stanno compiendo nel momento in cui viene data la bandiera a scacchi al primo. Chi è staccato di uno o più giri viene classificato di conseguenza.

5.6 GUASTO MECCANICO IN GARA

5.6.1 In caso di guasto meccanico occorso durante lo svolgimento della gara solo il pilota della macchina stessa è autorizzato ad intervenire sulla vettura per rimetterla in condizioni di ripartire. In condizioni di rottura tali da necessitare interventi speciali il pilota deve condurre da solo la propria vettura al box del proprio Team seguendo la direzione di marcia del percorso.

5.6.2 Non sono concesse officine volanti lungo il tragitto e nemmeno riparazioni con ricambi fatti pervenire sul luogo dell’incidente. Lungo il percorso di gara è vietato qualsiasi intervento eseguito da altri che non siano il pilota della vettura incidentata. Inoltre sono vietate le spinte in qualsiasi forma si manifestino e le scorrettezze tendenti a falsare il risultato della gara.

 

6 – PUNTEGGI E PENALITA’ DELLA GARA

6.1 PUNTEGGIO PER IL PALIO

La gara delle macchine a pedali assegna un punteggio per il Palio dei ragazzi consistente nell’assegnazione di punti 8 alla contrada prima classificata (come risulta dalla somma dei punteggi delle tre macchine nella classifica interna alla gara, vedi articolo successivo), 6 punti alla seconda, 4 punti alla terza e 2 punti alla quarta classificata.

6.2 CLASSIFICA INTERNA

6.2.1 Ai fini dì valorizzare tutti i piazzamenti delle macchine e di favorire un comodo metodo per l’assegnazione delle penalità senza influire sulla spettacolarità della gara, viene stilata una classifica interna alla competizione così composta:

1°    Classificato    PUNTI 16
2°    Classificato    PUNTI 13
3°    Classificato    PUNTI 11
4°    Classificato    PUNTI 09
5°    Classificato    PUNTI 08
6°    Classificato    PUNTI 07
7°    Classificato    PUNTI 06
8°    Classificato    PUNTI 05
9°    Classificato    PUNTI 04
10°   Classificato    PUNTI 03
11°   Classificato    PUNTI 02
12°   Classificato    PUNTI 01

6.2.2 A questi punti vengono tolti i punti di penalità assegnati.

6.2.3 Le macchine squalificate per un qualsiasi motivo hanno assegnati punti zero in questa classifica.

6.2.4 Le macchine che non concludono la gara sono classificate comunque a seconda dei giri percorsi.

6.2.5 Se una macchina alla fine del conteggio delle penalità totalizza un punteggio negativo, questo viene tolto ovviamente alla somma totalizzata dalla contrada con le altre macchine.

6.2.6 I punti per il Palio sono assegnati sommando i punti ottenuti dalle macchine di ogni contrada; in caso di parità in questo punteggio finale, si mantiene la parità.

7 – SQUALIFICHE

7.1 SQUALIFICHE

Le squalifiche possono avvenire durante la gara e dopo la gara in caso, ad esempio, di modifiche tecniche non concesse sulle macchinine (modifica pedalata alternata e/o struttura telaio).

7.2 SEGNALAZIONE DELLE SQUALIFICHE DURANTE LA GARA

Durante la gara il direttore della stessa può squalificare una macchina comunicandolo tramite speaker. Se la macchina squalificata non si ferma, viene effettuata una seconda segnalazione e, nel caso non si fermi ancora, l’intera contrada viene squalificata al termine della gara con l’assegnazione di punti zero per il Palio.

7.3 SQUALIFICHE IN GARA

Le squalifiche in gara possono avvenire per i seguenti motivi:

  1. a) dopo aver condotto o spinto la macchina in contromano sia lungo la pista sia nella corsia dei box;
  2. b) nel caso in cui un concorrente tenga, a giudizio dei giudici di gara, un comportamento irrispettoso, pericoloso e recidivo; anche in questo caso la squalifica deve essere preceduta da un’ammonizione.

8 – PENALITÀ’

8.1 PENALITA’ IN GARA (NELLA CLASSIFICA INTERNA)

8.1.1  1 punto di penalità se una persona non autorizzata tocca la macchina nei box
8.1.2  5 punti di penalità per uno speronamento e/o un tamponamento volontario
8.1.3  2 punti di penalità per il mancato mantenimento di una traiettoria lineare di gara.
8.1.4  3 punti di penalità per aver danneggiato un concorrente procedendo appaiati lungo il percorso (penalità ad entrambi).
8.1.5  1 punto di penalità per irregolarità commesse da piloti in fase di entrata ed uscita dai box.
8.1.6  3 punti di penalità per scorrettezze commesse in fase di sorpasso o di restringimento in curva.
8.1.7  5 punti di penalità per l’inosservanza della regola definita al capitolo 4.2.
8.1.8  3 punti di penalità nel caso un componente della squadra (pilota od assistente) ostacoli una vettura che sta percorrendo corsia ingresso ai boxes(si veda il capitolo 4.3).
8.1.9  3 punti di penalità per ogni fatto ritenuto infrazione grave dai giudici e non contemplato in questo regolamento.

8.1.10 L’ingresso ai box deve avvenire esclusivamente dall’apposita corsia di ingresso debitamente segnalata, una volta superata il pilota deve compiere un ulteriore giro prima di accedervi.
Nel caso in cui la macchinina entri al box non dalla corsia d’ingresso (es. lato uscita boxes) la macchinina stessa viene retrocessa all’ultima posizione.

9 – RICORSI

9.1 NORME GENERALI

9.1.1 Gli eventuali ricorsi devono essere presentati in forma scritta alla direzione di gara entro e non oltre 1 ore dalla fine della gara. Scaduto il termine, nessun reclamo verrà preso in considerazione.

9.1.2 La direzione di gara esamina i reclami e ne stabilisce l’eventuale fondatezza entro un’ora dalla presentazione.

9.1.3 Le decisioni prese dopo il vaglio dei ricorsi sono inderogabili ed insindacabili.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...