Presepi 2017

RIONE BELGORA – SCULTURA DI DIO

Il nostro Presepe di quest’anno, come già accaduto in anni passati, è collegato al tema del Palio: la scultura e i materiali che sono utilizzati per realizzarla.Le ceramiche e il marmo utilizzati per il tempio e la scalinata ricordano proprio le opere scultoriche che abbiamo portato in sfilata a Settembre. Legno e abbozzo di mattone grezzo sono gli altri materiali che compaiono nella nostra opera.Materie fortemente preziose per artisti e artigiani, che vanno a richiamare la tradizione della laboriosità del nostro territorio, così dedido e incline alla fattura artigiana, al lavro delle botteghe, nelle quali il pezzo di materia da grezzo prende vita e si anima attraverso, appunto, le mani dell’artigiano, dell’artista, dello scultore. E ci sentiamo un po così anche noi nel realizzare e presentare ai visitatori la nostra opera, il nostro presepio.Ci piace mostrare come, da un punto di vista ben più evangelico, il Verbo, il Dio fatto bambino e poi uomo, resista al crollo del tempio e delle cose del mondo. Il messaggio di salvezza di Cristo va oltre i fatti terreni : il tempio crolla, Dio rimane. Il tempio simboleggia la precarietà del’uomo e del mondo, che non è punto saldo e sicuro; la Natività rappresenta la strada, la via per l’amore e la pace, unico riferimento fisso e stabile sulla strada dell’uomo. Viene da domandarsi, allora, quale sia tra tutte queste materie, tra tutte le più solide sculture, quella vera. L’Amore del Cristo, così fragile, incondizionato ed innocente da nascere bambino, è il “materiale che più abbiamo di importante e autentico, il quale si fa vita, carne, uomo. Il Cristo bambino che condivide, con l’atto stesso di nascere, la condizione umana delle creature di Dio: L’uomo, scultura divina.


RIONE BREGOGLIO – MOLTI PRESEPI, UN PRESEPE

La Natività rappresentazione sacra della Nascita di Gesù, è ricreata nelle modalità più svariate, dalle più tradizionali a quelle più particolari, ma il centro è unico e comune. Cristo è venuto al mondo per noi.

Le foto che vedrete rappresentano i diversi modi di interpretare il presepe delle famiglie di Meda.


RIONE FAMETA

Il nostro presepe è di tipo tradizionale con ambientazione storica palestinese. Il paesaggio è di fantasia ed è stato realizzato in modo da fornire una visione come se si fosse all’interno della grotta. Un gioco di luci simula l’ andamento della giornata: alba, giorno, tramonto e notte. Sono presenti sia delle statue fisse che in movimento. I materiali utilizzati sono stati polistirolo, gesso, tela juta, segatura e sabbia.


RIONE SANGIUANN

Quest’anno il rione San Giuann ha voluto proporre un presepe tradizionale omaggiando le proprie origini e la propria storia, attraverso la riproduzione di uno scorcio della cascina. La semplicità della vita di chi abitava nei cortili è sembrata la cornice perfetta per ricordare un avvenimento così straordinario ma al contempo così umano e naturale come la nascita di un uomo, destinato a rivoluzionare per sempre la vita e la cultura della nostra civiltà.

 


Un grazie particolare a Simone Pradolini per i video

.

.

.

 

Annunci