Il Quadro del 38° Palio Dei Ragazzi

Si è appena conclusa la cerimonia di presentazione del 38° Palio dei Ragazzi. Ecco il quadro che verrà consegnato alla contrada vincitrice.

” La Madonna Futurista di Meda … la mia Meda”

Maurizio Galimberti

Artista  : Maurizio Galimberti

Artista : Maurizio Galimberti

 

Mater Misericordiosa di Piazza Cavour

 

Maurizio Galimberti è un genio. La sua creatività abbraccia l’uomo in tutte le sue dimensioni sprigionandone bellezza. Eppure, sebbene viva in un ambiente di “vip”, non ha mai amato né la ricchezza, né lo sfarzo, assetato come è di cultura. Non c’è campo dell’umano che non lo appassioni: storia, letteratura, religione, arte sotto forma di cinema, di teatro, di musica, di canto, di pittura e naturalmente di fotografia.

La tecnica fotografica di Maurizio potrebbe essere spiegata in due parole. Il fotografo appoggia il suo Collector Polaroid al volto o all’oggetto prescelto e fa partire una serie di scatti su porzioni selezionate. Assembla le fotografie, le riquadra, ne isola i particolari significativi o a volte quelli marginali, le accosta, le unisce, le incolla e soprattutto le manipola con strumenti adeguati.
La sua è una particolare tecnica che lo ha reso unico. Al proposito ecco un aneddoto significativo:

«All’inizio Robert De Niro era quasi infastidito di questa cosa di appoggiare il Collector Polaroid al volto. Mi diceva che cos’è questo? Poi una volta fatto, è rimasto sbalordito, continuava ad abbracciarmi e ha voluto assolutamente che fotografassi tutta la sua famiglia, a casa sua, oltretutto. La sera, mentre eravamo a cena assieme, la moglie mi confidava che da quando era tornato a casa, non faceva altro che parlare di questo. Era rimasto impressionato positivamente. È stato uno dei momenti più belli per me, se si pensa a quante volte De Niro è stato fotografato. Una grande soddisfazione».

Maurizio si definisce “Instant Polaroid Artist”, un modo moderno per rappresentare l’antica locuzione latina hic et nunc (qui e ora). L’artista ritrae l’uomo in un tempo (nunc) e uno spazio (hic) definito nel quale si rappresenta il vivere quotidiano.
Vivere è anche sentirsi parte di una storia.

In questa sua personale riproduzione della “Mater Misericordiosa” Maurizio riassume la sua appartenenza a Meda:

 «Un’icona del mio vivere medese…
un’icona che interagisce con la mia storia…
con papà Giorgio e mamma Eleonora…
un’icona per scrivere la mia progettualità Dada/Futurista da “mangiare” con la magica, eterna Polaroid»

 Maurizio con questa opera di indiscusso valore ci regala un mosaico di cinquantaquattro tessere (misura 80 x59 cm) che riproduce la Madonna di Piazê Pazirê, comunemente denominata la Madonna dell’Uccellino, riuscendo a trasmettere la tenerezza dello sguardo materno di Maria e la gioia del Figlio che gioca con l’uccellino che sostiene con la mano destra. (F.A)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...